La lussazione della rotula (patella)

La lussazione della rotula è una delle più frequenti patologie ortopediche del ginocchio dei piccoli animali.

Prima di parlare di lussazione mediale, che é la patologia per la quale è previsto uno screening dei riproduttori nei cani delle razze da compagnia, facciamo una veloce panoramica sulle lussazioni rotulee.

La lussazione può essere congenita o traumatica, laterale o mediale.

La lussazione mediale congenita o ereditaria compare comunemente nelle razze di piccola taglia: yorkshire, maltese, barbone, jack russell terrier, spaniels, ecc.;

la lussazione laterale compare più spesso nelle razze di taglia medio grande o gigante quali il setter irlandese, il san bernardo, il malamute, ecc.

Prima di procedere alla descrizione delle lesioni in oggetto è necessario introdurre alcune nozioni anatomiche della regione partendo dal meccanismo estensore dell’articolazione del ginocchio.

L’apparato estensore del ginocchio è composto dal gruppo muscolare del quadricipite, dalla rotula, dal solco trocleare del femore, dal legamento rotuleo e dalla cresta tibiale.

Il gruppo muscolare del quadricipite converge sulla rotula e continua in direzione distale dell’arto verso la cresta tibiale. Lateralmente e medialmente i muscoli vasto mediale e laterale si fissano sulla rotula con le cartilagini fibrose parapatellari che favoriscono la stabilità della rotula.

La rotula e il solco trocleare sono molto importanti per la stabilità in senso rotatorio del ginocchio.

Si ha la lussazione della rotula quando queste condizioni anatomiche e funzionali non sono rispettate e la rotula si sposta medialmente o lateralmente durante il movimento di flessione del ginocchio.

Non è ancora completamente chiarito il meccanismo con cui si arriva alla lussazione rotulea ma il malallineamento del complesso del quadricipite sembra essere la causa ritenuta più comunamente responsabile.

Un errato angolo cervico-femorale e la retroversione della testa e del collo femorali sono considerati cause predisponenti della lussazione rotulea.

In pratica, pressioni anomale che agiscono sulle cartilagini di accrescimento determinano le torsioni ossee del femore e/o della tibia, la profondità del solco trocleare e la dimensione del labbro trocleare mediale del femore.

 

GRADO 0 : nessun segno di anormalità.

 

GRADO 1 : con il ginocchio in completa estensione la rotula può essere lussata medialmente ma rientra in sede appena si interrompe la pressione.. Rara è la lussazione spontanea durante l’andatura. Non c’è crepitio e la torsione dell’asse femoro-tibio-rotuleo è inferiore ai 10°. Non sono presenti evidenti segni clinici di zoppia.

 

GRADO 2 : con il ginocchio in flessione si può avere dislocazione della rotula spontanea o provocata manualmente dall’esaminatore. La rotula rimane lussata finché non viene ridotta manualmente o ritorna nel solco trocleare con l’estensione dell’arto. Sono presenti deformazioni dell’asse femoro-tibio-rotuleo con rotazione interna della tibia e deviazione della cresta tibiale inferiori ai 30°. Il cane nelle fasi iniziali difficilmente manifesta dolore e la zoppia può essere definita di tipo “saltellante”.

Spesso si può avere evoluzione della patologia fino al grado 3 di lussazione con erosione della cartilagine rotulea e del solco femorale. 

 

GRADO 3 : la rotula è permanentemente lussata ma può essere ridotta manualmente e dopo riduzione si ha immediata rilussazione. Le deformazioni ossee possono essere a carico del femore distale con deviazione ad “esse” o a carico della tibia prossimale  con rotazione interna tra i 30° ed i 60°. Il solco trocleare è spesso superficiale. L’andatura è anormale e  definita “accucciata”; a volte compare zoppia intermittente. La situazione spesso è manifesta su entrambi gli arti.

 

GRADO 4 : la lussazione della rotula è permanente e non è possibile nemmeno la riduzione manuale. L’asse femoro-tibio-rotuleo è ruotato medialmente sul piano sagittale oltre i 60°, a volte anche fino a 90° con dislocazione del quadricipite femorale. La troclea femorale può essere poco profonda , completamente appiattita, o a volte addirittura convessa.

 

 

 

1 asse femoro-tibio-rotuleo

2 femore

3 rotula

4 articolazione del ginocchio

5 cresta tibiale

6 tibia

7 articolazione del tarso

La diagnosi è essenzialmente clinica e la zoppia tende ad aggravarsi con l'aumentare della gravità della situazione anatomica

Spesso con il cronicizzarsi della situazione il cane assume posizioni antalgiche e posture che compensano il problema tanto che talvolta accade di riscontrare soggetti con lussazione anche di grado elevato con segni clinici non altrettanto evidenti.

Le radiografie nelle posizioni standard (medio-laterale e dorso-palmare) sono utili per evidenziare il malallineamento ed il grado di deformità ossea. La proiezione sky-line del femore distale è utile per valutare laprofondità del solco trocleare.

 

 

 

 

Lussazione
rotulea
mediale
bilaterale

 

proiezione dorso palmare

lussazione rotulea mediale bilaterale proiezione sky-line

Condividi su Facebook

“I cani sono per metà angeli e per metà bambini”. A. De Curtis

Noi alleviamo tutti i nostri soggetti con: